All posts by Katia D'Orta

01Dic/16

Smartphone? Guida per i genitori

Non ci stancheremo mai di dirlo abbastanza: la rete è una risorsa!
Internet è uno strumento e come tale, per ottenere risultati proficui, bisogna utilizzarlo al meglio.
Lo spiego sempre durante gli incontri di educazione digitale rivolti ai genitori e agli insegnanti e mi ritrovo sempre tra persone che o demonizzano o santificano il mezzo.

Leggi l’articolo

Phubbing: un fenomeno in continua crescita

Come sono cambiate le relazioni sociali con la diffusione degli smartphone? Sono migliorate o sono peggiorate?

Sappiamo per certo che per molte persone lo smartphone è diventato uno strumento indispensabile, un mezzo di comunicazione del quale non si può più farne a meno.

Quante volte vi capita di vedere gente che attraversa la strada con lo sguardo rivolto allo smartphone?

E ancora…vi è mai capitato di essere ignorati mentre parlate con qualcuno notando che sta prestando più attenzione al suo cellulare che alla vostra persona?

Leggi l’articolo

Netiquette dei gruppi scolastici di Whatsapp

Whatsapp è un programma di messaggistica istantanea che attualmente conta più di un miliardo di utenti iscritti ed è entrato a tutti gli effetti di diritto nella nostra vita relazionale.

E’ uno strumento sicuramente utile per vari aspetti. Consente il recapito di messaggi immediati, l’invio di materiale multimediale (foto, video, documenti, messaggi vocali…) e consente di effettuare le chiamate.

Leggi l’articolo

05Ott/16
Punto a capo

Cyberbullismo: postiamo con la testa

Cyberbullismo? Una delle piaghe della nostra rete. Uno dei pericoli di cui mi “tocca” parlare quando entro nelle aule scolastiche ai ragazzi che sono connessi 24 ore su 24 alla rete. “Posta con la testa” è la frase più ricorrente alla quale faccio riferimento quando parlo di pubblicazione sui social network, quando parlo di privacy, quando parlo di netiquette.

Leggi l’articolo

22Set/16
sexting

Sexting, revenge porn e diritto all’oblio

In questi giorni fa molto discutere il caso di Tiziana Cantone, una ragazza napoletana che si è suicidata probabilmente per la diffusione in rete di alcuni suo video che riguardavano la sua sfera privata.

La domanda più ricorrente, quella che mi è saltata all’occhio su diversi articoli e post in rete è: “Chi ha ucciso Tiziana?”

Ho ricevuto diversi messaggi che richiedevano il  mio parere in merito e ho quindi deciso di chiarire alcune cose in modo semplificato. Leggi l’articolo

13Set/16

Gioco d’azzardo patologico? Una malattia

Quando penso alla parola gioco automaticamente mi vengono in mente pensieri positivi: bambini che si divertono, adulti che scherzano, risate, allegria, felicità.

Eppure, se mi focalizzo meglio, so che c’è un ambito dove la parola gioco può diventare dolore, lacrime, infelicità, dipendenza…un ambito che spesso viene sottovalutato e che proprio perché contiene quella parola , “gioco”,  rimanda sensazioni positive.

E’ possibile che il gioco diventi pericoloso?

Leggi l’articolo