Netiquette dei gruppi scolastici di Whatsapp

Whatsapp è un programma di messaggistica istantanea che attualmente conta più di un miliardo di utenti iscritti ed è entrato a tutti gli effetti di diritto nella nostra vita relazionale.

E’ uno strumento sicuramente utile per vari aspetti. Consente il recapito di messaggi immediati, l’invio di materiale multimediale (foto, video, documenti, messaggi vocali…) e consente di effettuare le chiamate.

Vista la sua possibilità di accogliere gruppi, viene anche molto utilizzato quando  un messaggio deve raggiungere più persone.
Si creano gruppi tra le persone per qualsiasi cosa: gruppi familiari, gruppi di amici, gruppi lavorativi e … i gruppi scolastici.

Soffermiamoci ad analizzare questa ultima tipologia e poniamoci una semplice domanda: è un bene che tra i genitori di bambini che frequentano la stessa classe interagire con un gruppo Whatsapp?

A mio parere, vista l’esperienza realizzata proprio all’interno degli istituti scolastici, no.
Molte volte i gruppi di genitori finiscono per perdere di vista l’oggetto del gruppo, il motivo per il quale è stato creato e la naturale propensione ad uscire fuori argomento prende il sopravvento. Questo tipo di gruppi spesso degenerano in discussioni contro gli insegnanti, contro la scuola o addirittura contro qualche genitore o bambino.
Io credo che comunque vista l’impossibilità di vietare la creazione di questo tipo di gruppi bisognerebbe cercare di rispettare alcune semplici regole che servono a fare in modo che l’interazione sia proficua.

Netiquette dei gruppi Whatsapp

Piccole istruzioni per l’uso sui gruppi Whatsapp:

  • Ricordare il rispetto: ogni volta che si invia un messaggio, Whasapp invierà una notifica ad ogni componente del gruppo. Non inviamo messaggi di notte almeno che non sia una notizia urgentissima.
  • Chiediamoci se la notizia sia utile al gruppo.
  • Non inviamo messaggi che sono destinati solo ad un componente del gruppo
  • Cerchiamo di essere brevi e coincisi. Cerchiamo di non far perdere tempo a nessuno divagando andando dritti al punto. Scriviamo solo l’indispensabile.
  • Non inviamo consensi superflui a meno che non sia espressamente richiesto.
  • Non inoltriamo “catene” digitali o notizie di cui non vi è certezza.
  • Utilizziamo il gruppo per comunicazioni inerenti l’argomento e non altro
  • Evitiamo risposte che utilizzano solo icone
  • Non pubblichiamo i “buongiorno”, “buon pomeriggio” e “Buona serata”
  • Cerchiamo di utilizzare il meno possibile i file multimedia (foto, video e altro). Ricordiamoci che occupano molto spazio sul dispositivo ed è necessario del traffico internet ulteriore per scaricarli e visualizzarli sul dispositivo.
  • Non rispondiamo ad altri messaggi inutili per evitare di alimentare la chat di messaggi che non hanno nessuna rilevanza
  • Non critichiamo gli insegnanti
  • Se ci sono problemi tra il proprio figlio e l’insegnante è bene chiedere direttamente all’insegnante stesso

E voi cosa ne pensate? Avete qualche altro consiglio? Li utilizzate? Avete esperienza con gruppi di questo tipo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *