smartphone-571961_1280

La comunicazione

Cosa significa il termine comunicazione? Su cosa si basa e in quale percentuale?

Forse vi chiederete quanta attinenza abbia questo argomento in questo contesto relativo alle nuove tecnologie. La mia opinione in merito è che sia fondamentale sul web, proprio come nella vita di tutti i giorni essere consapevole dell’importanza e dei molteplici aspetti della comunicazione, soprattutto oggi in cui i canali e le modalità comunicative hanno subito sostanziali ampliamenti e trasformazioni. Proprio nell’ambito dei corsi di educazione digitale sottolineiamo sempre l’importanza di postare commenti con attenzione, perché ciò che si scrive, ancora più di ciò che si dice, resta. I corsi di educazione digitale sono diventati corsi di educazione alle relazioni digitali in cui si dà ampio spazio agli aspetti comunicativi e alle regole da rispettare, che come sempre non sono negoziabili.

Leggi l’articolo

fomo - hikikomori

FOMO, vamping, hikikomori, ma anche cyberbullismo e sexting

Antichi disagi (adolescenziali e non) e nuove espressioni

“Ultimamente dopo aver letto la pagina delle notizie su Facebook, con i post dei tuoi amici, ti senti assalire da una strana ansia e tristezza?” Forse soffri di FOMO.

“Rifiuti categoricamente il contatto con la società e dall’interno della tua stanza interagisci solo con il pc e la realtà virtuale?” Ti stai chiudendo al mondo come un hikikomori.

“I tuoi amici si divertono a prenderti in giro sul gruppo di whatsapp e questo dileggio non ti diverte affatto e sta assumendo proporzioni preoccupanti?” Sei vittima di cyberbullismo.

Questi nuovi termini coniati con l’affermarsi delle tecnologie nell’ambito dei nostri usi e costumi quotidiani, descrivono in chiave high-tech problematiche legate a disagi tipici della fase adolescenziale (e non) che con l’avvento di Internet e soprattutto dei social network, hanno assunto caratteristiche e sfumature differenti talvolta ben più preoccupanti rispetto al passato.

Leggi l’articolo

22Set/16
sexting

Sexting, revenge porn e diritto all’oblio

In questi giorni fa molto discutere il caso di Tiziana Cantone, una ragazza napoletana che si è suicidata probabilmente per la diffusione in rete di alcuni suo video che riguardavano la sua sfera privata.

La domanda più ricorrente, quella che mi è saltata all’occhio su diversi articoli e post in rete è: “Chi ha ucciso Tiziana?”

Ho ricevuto diversi messaggi che richiedevano il  mio parere in merito e ho quindi deciso di chiarire alcune cose in modo semplificato. Leggi l’articolo

13Set/16
playing-cards-1068886_1280

Gioco d’azzardo patologico? Una malattia

Quando penso alla parola gioco automaticamente mi vengono in mente pensieri positivi: bambini che si divertono, adulti che scherzano, risate, allegria, felicità.

Eppure, se mi focalizzo meglio, so che c’è un ambito dove la parola gioco può diventare dolore, lacrime, infelicità, dipendenza…un ambito che spesso viene sottovalutato e che proprio perché contiene quella parola , “gioco”,  rimanda sensazioni positive.

E’ possibile che il gioco diventi pericoloso?

Leggi l’articolo

30Ago/16
posta

E-mail: spam e phishing

La posta elettronica è ormai diventato uno strumento indispensabile della comunicazione ed è entrato a far parte della nostra vita quotidiana. Pensiamo che solo in Italia, ogni giorno, vengono spedite circa 940 milioni di e-mail.
Diventa quindi indispensabile tutelare da eventuali truffe e pericoli la nostra casella di posta elettronica e per farlo bisogna conoscere alcuni termini come Spam e Phishing e le relative precauzioni da considerare.

Leggi l’articolo

18Mag/16
filmato

Proiezione film, 20 maggio 2016

Il 20 maggio avrà luogo a Torre Pellice alla Galleria Scroppo la presentazione del lungo percorso di realizzazione del video “Genitori e figli cercasi”, prodotto dall’Associazione Genitori Valpellice in collaborazione con genitori, ragazzi e docenti dell’IC Rodari di Torre Pellice, con il Gruppo Teatro della Chiesa Valdese di Luserna San Giovanni e con altri soggetti, per la regia del prof. Sergio Brero.
Si tratta di un momento importante per avviare un percorso di sensibilizzazione verso l’uso consapevole dei nuovi media.