Netiquette dei gruppi scolastici di Whatsapp

Whatsapp è un programma di messaggistica istantanea che attualmente conta più di un miliardo di utenti iscritti ed è entrato a tutti gli effetti di diritto nella nostra vita relazionale.

E’ uno strumento sicuramente utile per vari aspetti. Consente il recapito di messaggi immediati, l’invio di materiale multimediale (foto, video, documenti, messaggi vocali…) e consente di effettuare le chiamate.

Leggi l’articolo

Whatsapp: miniguida

Cos’è Whatsapp Messenger?

Whatsapp è un’applicazione di messaggistica istantanea, acquisita nel febbraio del 2014 da Facebook, che è possibile scaricare e installare gratuitamente sul proprio smartphone o dispositivo mobile collegato ad una scheda SIM che consente lo scambio di messaggi di testo o vocali, foto, video e altri contenuti con altre persone che hanno l’applicazione installata e di cui conosciamo il numero di telefono. E’ possibile anche effettuare delle chiamate vocali.

Whatsapp conta, dagli ultimi dati rilevati, un miliardo di persone attive ogni mese.

Leggi l’articolo

12Set/17

L’educazione digitale in radio

Martedì 12 settembre 2017 alle ore 18 fa il suo esordio su una radio di frequenza il programma “Pensa digitale” condotto da Katia D’Orta su Radio Torino.

“Pensa digitale”, nato nel 2015 in una web radio, è un programma che ha l’obiettivo di diffondere l’educazione digitale trattando temi di attualità inerenti il web, mettendo in luce le difficoltà e le problematiche,  orientata alla diffusione della cultura digitale con l’obiettivo di approfondire i temi dell’educazione alle nuove tecnologie, per sviluppare e potenziare un atteggiamento responsabile nei confronti di Internet, dei giochi virtuali, dei social network, ma anche per parlare liberamente del rapporto fra ragazzi e nuove tecnologie, dei pericoli ma anche delle opportunità offerte dal web.

Il primo appuntamento tratterà il delicato tema del cyberbullismo e della
Legge del 29 maggio 2017, n. 71
con un’esperta del settore, l’avvocato Giuditta Dellamorte, presidente del CO.RE.COM Basilicata.

Per ascoltare Radio Torino in FM:

95.3 per Torino e provincia
91.900 per la provincia di Vercelli
91.300/91.600 per Biella Vercelli e province
103.100 -105.100 Alta Val di Susa
100.400 media Val Susa
100.300 Alta Val Susa

Per ascoltare in streaming da un dispositivo:
www.ascoltareradio.com/torino oppure www.radiotorinofm.it

Per porre domande tramite Whatsapp: 348.371.87.67 messaggi vocali o di testo

 

08Set/17

La nuova legge sul cyberbullismo: LEGGE 29 maggio 2017, n. 71

Nuove disposizioni a tutela dei minori

Il 18 giugno 2017 è entrata in vigore la legge n. 71/2017 sul cyberbullismo.

Analizziamone i punti salienti:

Per cyberbullismo s’intende si intende qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identita’, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica, nonche’ la diffusione di contenuti on line aventi ad oggetto anche uno o piu’ componenti della famiglia del minore il cui scopo
intenzionale e predominante sia quello di isolare un minore o un gruppo di minori ponendo in atto un serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in ridicolo.

Ciascun minore ultraquattordicenne, nonche’ ciascun genitore o
soggetto esercente la responsabilita’ del minore  puo’ inoltrare al titolare del trattamento o al gestore del sito internet o del social media un’istanza per l’oscuramento, la rimozione o il blocco di qualsiasi altro dato personale del minore,
diffuso nella rete internet.

Qualora, entro le ventiquattro ore successive al ricevimento
dell’istanza il soggetto responsabile non abbia comunicato di avere assunto l’incarico di provvedere all’oscuramento,alla rimozione o al blocco richiesto, ed entro quarantotto ore non vi abbia provveduto, o comunque nel caso in cui non sia possibile identificare il titolare del trattamento o il gestore del sito
internet o del social media, l’interessato puo’ rivolgere analoga
richiesta, mediante segnalazione o reclamo, al Garante per la
protezione dei dati personali, il quale, entro quarantotto ore dal
ricevimento della richiesta provvede.

La nuova legge si pone come obiettivo di contrastare il fenomeno
del cyberbullismo in tutte le sue manifestazioni, con azioni a
carattere preventivo e con una strategia di attenzione, tutela ed
educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di
vittime sia in quella di responsabili di illeciti, assicurando l’attuazione degli interventi senza distinzione di eta’ nell’ambito delle istituzioni scolastiche.

Per consultare interamente la nuova legge: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/06/3/17G00085/sg

Scarica il modulo di istanza:

in formato docx: Modello per la segnalazione reclamo in materia di cyberbullismo
in formato pdf: Modello per la segnalazione reclamo in materia di cyberbullismo

Il modulo deve essere spedito al seguente indirizzo di posta: cyberbullismo@gpdp.it

Per maggiori informazioni: http://www.garanteprivacy.it/cyberbullismo

Cosa ne pensate? E’ utile?